Come conservare gli alimenti per evitare il cibo avariato

Carne, latte, uova e ortaggi sono consumabili finché freschi poi rischiano di causare delle intossicazioni alimentari più o meno gravi

FOTOGALLERY

Segui le tracce degli alimenti

Conservare bene gli alimenti è il primo step per stare bene e anche risparmiare. Per la maggior parte degli alimenti le indicazioni riportate sulle etichette servono da guida perché il cibo non si guasti. Alle volte però restano in frigorifero degli avanzi, oppure parti di confezioni già aperte ed è per queste che occorre maggiore cautela.

Ecco allora alcuni segnali per capire se i prodotti freschi iniziano la fase di deterioramento: acuire i sensi serve per percepire variazioni nell'odore, alterazioni nell'aspetto e nella consistenza.

Nessuno vuole essere investito dall'odore pungente di qualche alimento andato a male. Però capita a tutti di aprire il frigorifero e trovarsi davanti un cibo avariato: latte cagliato, carne maleodorante e ortaggi guasti. Quando le muffe sono visibili è facile capire che il cibo non può essere mangiato, il problema sorge quando i segnali non sono ancora evidenti, ad esempio nel caso delle uova, per questo ci vuole particolare attenzione: aguzzare la vista e affinare il naso.

FOTOGALLERY: Segui le tracce degli alimenti>>>

 

Di•Lei è offerto da